Direzione generale per gli archivi

DGA News

Biblioteca digitale

Storico News

« Novembre 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

Pesaro (PU), 10 ottobre 2021 | Domenica di carta - In te la terra canta

L’Archivio di Stato di Pesaro rinnova il dialogo tra i documenti della Storia e l’Arte del presente per il settimo anno consecutivo nell’ambito della Domenica di carta.
L'argomento oggetto di riflessione quest'anno riguarda la donna. Un tema di inesauribile sorgente che evidenzia una marcata complessità, quanto una rilevante attualità. Il progetto prende spunto da una riflessione suggerita dai versi di Franco Arminio: “l’umanità appartiene anche agli animali, agli alberi, alle nuvole” che diviene motivo ispiratore, in particolare, per la sezione dedicata all’arte.
Il frammento poetico di Pablo Neruda, In te la terra canta, che dà il titolo alla mostra, fa riferimento ad una natura insita nella donna, e, nel contempo, assume i caratteri di un invito a rispettare le donne e la nostra Madre Terra. Quando è il sottotitolo, l’identità al femminile fra natura e cultura, a circoscrivere il terreno di indagine.
I documenti in mostra si soffermano su alcuni ruoli che la donna ha rivestito nella storia, da quelli tradizionali espressi nelle carte di antico regime (istrumenti dotali, sponsali di matrimonio, atti di procura, accompagnati dai relativi riferimenti legislativi, statuti, bandi, regolamenti etc.) a quelli più innovativi che timidamente emergono - nell’ambito di un contesto culturale che gradualmente si evolve - dalla documentazione contemporanea conservata in Archivio di Stato (il mondo del lavoro, la partecipazione alle vicende politico-sociali). Una sezione è dedicata al mondo dell'assistenza, e quindi ad orfanotrofi, conservatori e ad altri istituti di accoglienza a Pesaro tra XVII e XX secolo; infine, uno sguardo particolare si focalizza sull’istruzione femminile, dagli educandati monastici e laici di antico regime alle scuole pubbliche, alcune istituite già in età napoleonica, la maggior parte sorte dopo l'Unità d'Italia.

In ordine alla sezione dedicata all’arte contemporanea, l’evento espositivo diviene l’occasione per uno sguardo che conferma l’assunto: noi siamo natura. Tutte le cose sono una sola: uomini, donne, piante, rocce, montagne, mare, monti e animali, tutto è natura. Una visione del mondo non certo nuova, a partire dalla cultura greca che rimanda all’idea della totalità delle cose, ad un unico ordine regolato ed armonico cui viene dato il nome di kosmos.
Una visione che oggi assume un carattere più accentuato alla luce delle emergenze ambientali. E ancora, la sublime immagine che Gabriele d’Annunzio descrive ne La pioggia del pineto è quella di una metamorfosi del poeta e della donna amata con la natura. Per Francesco Petrarca è la bellezza di Laura ad illuminare la natura circostante nel celebre componimento Chiare fresche dolci acque. Questi i riferimenti, insieme alle premesse esposte, le linee guida da cui muove l’idea di una mostra con le opere di Anna Rosa Basile e di Americo Salvatori. Artisti che partono, entrambi, da una sapiente narrazione figurativa della donna per dedicarsi a personali ed originali interpretazioni del mondo femminile.

 

Archivio di Stato di Pesaro-Urbino
[t] 0721 31851
[
@] aspu@beniculturali.it 
[w] http://aspesaro.beniculturali.it
 

Direzione Generale Archivi
Via di San Michele 22- 00153 Roma IT
Copyright © 2012
Disclaimer
+39 06 672361 
+39 06 4882358
posta elettronica