Direzione generale per gli archivi

DGA News

Biblioteca digitale

Storico News

« Maggio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

In occasione della rassegna Dove abitano le parole. Scopriamo le case e i luoghi degli scrittori in Emilia-Romagna, organizzata da IBC Emilia-Romagna, la Deputazione di Storia patria per le antiche provincie modenesi (in collaborazione con il Liceo ginnasio e linguistico "Muratori" e "San Carlo", Gallerie Estensi- Museo lapidario estense, Archivio di Stato di Modena, Archivio storico diocesano di Modena - Nonantola e Biblioteca diocesana Ferrini e Muratori) promuove, sabato 19 maggio, un itinerario alla scoperta della casa e dei luoghi di Lodovico Castelvetro a Modena.

L'itinerario prenderà avvio alle ore 9 in Archivio di Stato di Modena, per visitare la mostra Lodovico Castelvetro: scelte letterarie e crisi religiosa nella Modena della metà del Cinquecento, a cura di Maria Carfì, Lorenza Iannacci e Annalisa Sabattini. Dopo una breve sosta in itinere presso la sede della Deputazione di storia patria per le antiche provincie modenesi, si prosegue con la visita presso l'Archivio storico comunale di Modena dove la direttrice, Franca Baldelli, accoglie e invita i visitatori alla mostra di documenti riguardanti l’attività modenese di Lodovico Castelvetro e l’acquisto, fatto nel 1871 dal Comune di Modena del suo monumento ora al Museo Lapidario, che era stato eretto a Chiavenna nel giardino di Villa Salis in cui Castelvetro era vissuto e morto esule.

Si sale poi al piano della Biblioteca Estense, dove sarà brevemente illustrata la vicenda affascinante della sua biblioteca personale di cui sono conservati a Modena molti esemplari. Scesi a pian terreno del Palazzo dei Musei i visitatori saranno guidati nella visita al monumento a Lodovico Castelvetro nel Museo Lapidario.

Si prosegue poi, dopo due soste in itinere previste presso la casa di Lodovico Castelvetro in Rua Muro e la Sala del Fuoco del palazzo Comunale di Modena, verso la terza e ultima tappa, l'Archivio e la biblioteca della Diocesi di Modena, per una visita guidata alla mostra su Lodovico Castelvetro nella vita letteraria e religiosa della città di Modena, curata da Federica Collorafi.

L'evento è gratuito e non è necessaria alcuna prenotazione.


L'invito

La locandina

 

 

Archivio di Stato di Modena
[t]  059 230549
[@] as-mo@beniculturali.it
[w] www.asmo.beniculturali.it

Sabato 19 maggio, alle ore 10,30, nella sala storica Biblioteca Pacca dell’Archivio di Stato di Benevento (via G. de Vita, 3), l’associazione Italia Solidale-Mondo Solidale presenterà l’inziativa “Salva la vita, l’amore ti salverà”.

Francesca Masanotti, volontaria dell’associazione, così presenta l’evento: “Quest’associazione, fondata dal Padre Angelo Benolli OMV, si occupa da anni, attraverso l’adozione a distanza e soprattutto attraverso la relazione interpersonale d’amore che in questo modo si stabilisce, di vedere e risolvere la fame del corpo e quella dello spirito di milioni di persone. Basil, un volontario laico proveniente da una collaborazione africana dell’Uganda e alcuni volontari laici appartenenti all’associazione che lo accompagnano incontreranno le famiglie della zona del beneventano, dell’avellinese e delle zone limitrofe che negli anni hanno sostenuto lui, la sua famiglia, altre famiglie, intere comunità, a riappropriarsi della propria dignità di persona, attraverso  l’esperienza di un cultura  che parla di solidarietà alla portata di tutti, che ‘salva la vita’”.

Il Direttore dell'Archivio di Stato di Benevento, Fiorentino Alaia, ha concesso all’iniziativa il patrocinio dell’Archivio di Stato di Benevento.

La locandina

Archivio di Stato di Benevento
[t] 0824 21513
[@] as-bn@beniculturali.it
[w] www.archiviodistatobenevento.beniculturali.it

Sabato 19 Maggio 2018, alle ore 17,30, presso la Biblioteca "La Fornace" di Moie (AN), viene presentato il primo numero della nuova serie dei "Quaderni dell'Archivio di Stato di Ancona", il volume intitolato "Ipsa fecerit fascinationes. Un processo per maleficium nella Maiolati del 1594", contenente la trascrizione integrale del processo (completo di interrogatori, sentenza e suppliche) istruito nel 1594 dal Tribunale Vescovile di Jesi a carico del fornaio di Maiolati, della sua amante e di una zingara accusati di aver praticato un sortilegio ai danni della moglie del fornaio allo scopo di farla morire. Nei verbali processuali compaiono anche le testimonianze di molti abitanti del paese che danno la loro versione dell'accaduto fornendo preziosi dettagli relativi alla vita quotidiana degli abitanti del castello di Maiolati.

Attraverso la ricostruzione della vicenda, viene inoltre evidenziato il meccanismo di funzionamento della giustizia nel Cinquecento e delineata l’articolata struttura sociale dell’epoca, come pure le peculiarità di una comunità del contado jesino. Il procedimento giudiziario analizzato fa parte del patrimonio documentario conservato dall'Archivio di Stato di Ancona nel fondo Ex Pretura di Jesi – Cancelleria vescovile, complesso che raccoglie migliaia di procedimenti penali esaminati a tappeto dagli autori della pubblicazione e che infine è stato compendiato dallo studio delle carte giudiziarie presenti in alcune serie dell’Archivio Storico Diocesano di Jesi.

La locandina

Archivio di Stato di Ancona
[t] 071 2800356
[@] as-an@beniculturali.it
[w] www.archiviodistatoancona.beniculturali.it

Direzione Generale Archivi
Via di San Michele 22- 00153 Roma IT
Copyright © 2012
Disclaimer
+39 06 672361 
+39 06 4882358
posta elettronica