Direzione generale per gli archivi

DGA News

Biblioteca digitale

Storico News

« Maggio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Giovedì 24 maggio 2018, alle ore 10, l’Archivio di Stato di Cosenza presenta la mostra documentaria Peccati di Gola, realizzata nell’ambito di un progetto di Alternanza Scuola Lavoro con l’Istituto Istruzione Superiore “Mancini - Tommasi” di Cosenza. Un percorso sul cibo quale elemento sociale, vitale, conviviale, simbolico, patrimonio culturale e identitario della società di tutti i tempi. Un approccio ai documenti dal quale è emerso il ruolo primario del legame con il territorio attraverso l’utilizzazione imprescindibile della memoria storica. 

La mostra sarà visitabile fino al 30 giugno 2018 in orario d'ufficio.

La locandina

 

Archivio di Stato di Cosenza
[t] 0984 791790
[@] as-cs@beniculturali.it 
[w] 
www.archiviodistatocosenza.beniculturali.it

 

In occasione del Maggio dei libri 2018, l'Archivio di Stato di Perugia e le sezioni di Assisi, Foligno e Spoleto organizzano alcune iniziative, dal 23 al 26 maggio.

Perugia
Presso la Sala della biblioteca "Giovanni Cecchini" dell'Archivio di Stato, venerdì 25 maggio 2018, con inizio alle ore 11, si svolge l'iniziativa Frammenti della Divina Commedia nell’Archivio di Stato di Perugia. Il professore Rodney John Lokaj, docente di filologia italiana dell'Università Kore di Enna, tiene una conferenza su alcuni frammenti danteschi dell'Inferno individuati all'interno di una legatura di due bastardelli, risalenti alla fine del XV secolo, del notaio perugino Antonio di Baldo. Intervengono: Luigi Rambotti, direttore dell'Archivio di Stato di Perugia, Andrea Tomasini, giornalista. Ad alcuni studenti della IV B del Liceo scientifico "Galileo Galilei" di Perugia è affidata la lettura dei versi danteschi. La locandina

Assisi
Presso la sezione di Archivio di Stato di Assisi, sabato 26 maggio 2018, alle ore 16, viene presentata una mostra dal titolo L'universo femminile tra XIX e XX secolo attraverso il patrimonio librario della famiglia Fiumi, nella quale verranno esposti componimenti poetici, giornali, riviste di cucina, di moda e di ricamo dedicati alla donna, compresi tra XIX e XX secolo, con accanto creazioni di artigianato realizzate a mano. Il modello femminile che emerge dal materiale esposto ci fa riscoprire una realtà domestica e non solo che non esiste più e impone una attenta riflessione sul ruolo della donna nella società attuale. L'iniziativa è arricchita dalla lettura di brani tratti da componimenti poetici scritti in occasione delle nozze. La locandina

Foligno
La sezione di Archivio di Stato di Foligno, giovedì 24 maggio 2018, alle ore10, con la collaborazione della Biblioteca Comunale “Dante Alighieri” e di Elena Laureti, docente del Liceo classico “Federico Frezzi-Beata Angela”, organizza una conferenza dal titolo Godevo la penna a far volare sulla carta. Aleandra Bartolomei, educatrice e poetessa. Vissuta tra il 1845 e il 1926, dopo aver dedicato la sua vita all'insegnamento, come è ampiamente documentato nel suo archivio conservato in Sezione, scrive componimenti poetici nei qiuali il tema dominante è l'amore per il marito, il conte Domenico Roncalli Benedetti, figura di spicco nella Foligno della seconda metà dell’Ottocento e del primo decennio del Novecento, con il quale aveva condiviso gli ideali politici e l’impegno nel sociale. Alcune poesie saranno lette da un gruppo di liceali. Seguirà una visita alla mostra documentaria relativa all' archivio della poetessa. La locandina

Spoleto
Mercoledì 23 maggio 2018
, a partire dalle ore 11 e fino alle 13, presso la sezione di Archivio di Stato di Spoleto, si tiene il primo dei quattro eventi promossi dall'Archivio di Stato di Perugia nell'ambito dell'iniziativa Il Maggio dei libri. L'evento è incentrato sulla presentazione dei frammenti della Divina Commedia rinvenuti fra le carte d'archivio, alcuni manoscritti, altri a stampa, compresi tra il XV e il XVI secolo. Il prof. Rodney John Lokaj, docente di filologia italiana all'Università Kore di Enna, tiene una lezione sull'importanza dei frammenti danteschi evidenziandone gli aspetti più significativi dal punto di vista linguistico. Maria Paola Bianchi, funzionario archivista dell'Archivio di Stato di Perugia, presenta una ricostruzione del contesto sociale e culturale di provenienza dei frammenti. All'evento partecipano alcuni studenti dell'IPSSART "G. De Carolis" di Spoleto e dell'IIS "Sansi-Leonardi-Volta" di Spoleto, ai quali sarà affidato il compito di leggere brani scelti tratti dai frammenti. La locandina

 

A Rieti, giovedì 24 maggio 2018, alle ore 16, presso la “Sala Biondi” dell’Archivio di Stato di Rieti (viale L. Canali, 7), si tiene la prima di una serie di iniziative dedicate alla figura del più importante storico reatino, Angelo Sacchetti Sassetti, scomparso cinquant'anni fa, consistente nella presentazione di un volume che raccoglie 41 rari articoli dello storico sulla storia di Rieti. Il titolo del volume è  Le “bricciche” di Sacchetti, che si ispira alla rubrica “Bricciche di storia reatina” che Sacchetti tenne, grazie al vescovo Massimo Rinaldi, sulle pagine dell’"Unità Sabina" negli anni ’30 del Novecento, durante il suo periodo di esilio ad Alatri.

Relatori sono Gianfranco Formichetti (assessore alla Cultura del Comune di Rieti) e Roberto Lorenzetti (direttore dell'Archivio di Stato di Rieti).

Angelo Sacchetti Sassetti non fu solo il più celebre degli storici reatini, ma per due volte fu eletto sindaco della città, prima nel 1921-1922 e quindi dal 1946 al 1956. Pagò duramente la sua militanza socialista durante il fascismo. Fu esiliato dal 1926 al 1946: prima  a Potenza, poi a Matera e quindi ad Alatri, che gli concesse la cittadinanza onoraria.

Per onorarne la memoria si è formato un comitato del quale fanno parte il Comune di Rieti, l'Archivio di Stato di Rieti, l'Archivio di Stato di Perugia, l'Archivio di Stato di Frosinone, l'Istituto di storia e di arte del Lazio meridionale, l'Associazione Storica per la Sabina, la Biblioteca Comunale di Rieti, la Biblioteca Comunale di Alatri, il Liceo Classico “M.T. Varrone" di Rieti, il Liceo Classico “L.Pietrobono” di Alatri.

Prima di morire Angelo Sacchetti Sassetti donò il proprio archivio all’Archivio di Stato di Rieti, con la clausola testamentaria che restasse segreto per 50 anni dopo la sua morte. Tale periodo scade appunto il prossimo 24 maggio e il direttore dell’archivio di Stato Roberto Lorenzetti  procederà in tale occasione a onorare la volontà di Sacchetti rendendo pubblico il contenuto dell’ archivio.
 

Archivio di Stato di Rieti
[t] 0746 204297
[@] as-ri@beniculturali.it
[w] www.asrieti.it

Direzione Generale Archivi
Via di San Michele 22- 00153 Roma IT
Copyright © 2012
Disclaimer
+39 06 672361 
+39 06 4882358
posta elettronica