Direzione generale per gli archivi

DGA News

Biblioteca digitale

Storico News

« Ottobre 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

In occasione della Domenica di Carta, 10 ottobre 2021, l'Archivio di Stato di Genova effettua un'apertura straordinaria della mostra Dante e la Liguria. Manoscritti e immagini del Medioevo, dalle ore 10 alle ore 18. Si svolgeranno visite guidate per gruppi di massimo 20 persone con partenza ogni ora.
Le prenotazioni, obbligatorie, sono a cura dell'organizzazione dei Rolli Days.

 

Archivio di Stato di Genova
[t] 010 537561
[@] as-ge@beniculturali.it
[w] www.asgenova.beniculturali.it

 


 

In occasione della Domenica di carta, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia organizza la conversazione web sul tema Fotografia generativa. Generare valore dal fondo fotografico dell’Archivio de La Gazzetta del Mezzogiorno.

L'incontro si svolgerà su piattaforma Google Meet dalle 10 alle 12 (link: https://meet.google.com/gvm-yogx-fyg).
La registrazione sarà resa disponibile sulla pagina FB della Soprintendenza.

La locandina

 

Soprintendenza archivistica e bibliografica della Puglia
[t] 080 5789411
[@] sab-puglia@beniculturali.it
[w] 
www.sapuglia.it

 

In occasione dell’iniziativa Domenica di Carta, l’Archivio di Stato di Roma apre al pubblico la mostra In cantiere sulle sponde del Tevere. Le lastre fotografiche dell’Ufficio Speciale per il Tevere e l’Agro Romano. La mostra, a cura di Stefania Mornati, Ilaria Giannetti e Vincenzo De Meo, si inserisce nell’ambito di una convenzione di ricerca tra il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica (DICII) dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e l’Archivio di Stato di Roma per la valorizzazione del fondo Genio Civile di Roma.

L’esposizione presenta una selezione di 24 fotografie di cantiere estratte dalla preziosa raccolta, ancora oggi inesplorata, delle 3536 lastre fotografiche che ritraggono i lavori di trasformazione delle sponde del Tevere svolti, tra gli anni ’20 e gli anni ’40 del Novecento, con la supervisione dall’Ufficio Speciale per il Tevere e l’Agro Romano. Le lastre in mostra, raggruppate in 4 sezioni –  rispettivamente dedicate alla costruzione degli argini urbani ed extraurbani, dei grandi collettori bassi delle fogne della città, dei ponti e del drizzagno di Spinaceto – costruiscono un racconto inedito tra le righe della storia della fotografia, della storia sociale, della storia della città, dell’ingegneria e delle tecniche costruttive.

L’esposizione costituisce l’incipit del progetto di catalogazione e digitalizzazione dell’intero fondo delle lastre che, coinvolgendo un team multidisciplinare di ricercatori e archivisti, ha l’obiettivo di rendere visibili e tramandare nel tempo, con un catalogo digitale open-source, le fragili memorie storiche e tecnologiche custodite dai pezzi di vetro.

Quando: 10 ottobre 2021 dalle 15 alle 19; 11-15 ottobre 2021: lun-merc-ven: dalle 9 alle 16.30; mart-giov: dalle 9 alle 18.
Dove: Corso del Rinascimento 40
Come: ingresso libero con esibizione di green pass


La locandina

 

Archivio di Stato di Roma
[t] 06 67235666-79
[@] as-rm@beniculturali.it 
[w] www.archiviodistatoroma.beniculturali.it

 

L’Archivio di Stato di Modena sarà eccezionalmente aperto domenica 10 ottobre 2021 dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e vi invita alla visita delle sue mostre documentarie a carattere dantesco:

- Dante e gli Este. Riflessi della Commedia fra Modena e Ferrara

- Libertà va cercando, ch’è sì cara. Frammenti di cultura medievale dal tempo di Dante

Per l'occasione si terrà una visita guidata a tema a cura di Paola Vecchi, Cristina Solidoro e Rosamaria Isabella Laruccia

La presenza femminile nelle carte di un archivio si offre ad una lettura pluri-prospettica: le donne possono essere autrici e destinatarie di documenti, o comparire come protagoniste delle storie narrate nelle carte.
Tra i sentieri percorribili nelle preziose testimonianze conservate dell’Archivio di Stato di Modena, si è scelto di far emergere da un lato il ruolo della donna nelle fonti giuridiche e dall’altro la sua immagine nelle fonti letterarie, entrambe esemplificate nei frammenti delle pergamene di riuso (sec. XIII-XV) selezionate ed esposte nelle mostre Libertà va cercando, ch’è sì cara. Frammenti di cultura medievale dal tempo di Dante e Dante e gli Este. Riflessi della Commedia fra Modena e Ferrara. Verranno inoltre proposte le storie delle donne presenti nella Commedia dantesca.
A questi percorsi si affiancherà infine un breve excursus sulla figura esemplare di una donna protagonista del Rinascimento italiano: la duchessa Lucrezia Borgia d’Este, la cui vera personalità emerge come in uno specchio nei documenti a lei riferibili.

Ingresso libero.
Non è necessaria la prenotazione ma l'accesso all'Archivio e la visita delle mostre sono legati al rispetto delle normative in vigore per il contenimento della diffusione del contagio da SARS-Covid19. 

Archivio di Stato di Modena
[t]  059 230549
[@] as-mo@beniculturali.it
[w] www.asmo.beniculturali.it

Allegranza, Bartolomea, Francesca e le altre, donne forti e capaci che hanno dato lustro ad una casata che è stata protagonista della storia della città nel Cinquecento. A loro, in occasione della Domenica di carta 2021, è dedicata la mostra documentaria Le Santo Clemente: donne, madri, imprenditrici nella Trapani di età moderna che, attraverso la ricostruzione degli intensi rapporti familiari che hanno vissuto; delle opere religiose e caritatevoli che hanno fatto e delle forti personalità che le hanno contraddistinte, vuole essere un tributo a tutte le donne combattive in ogni tempo.

La mostra sarà visitabile nella sede dell'Archivio di Stato di Trapani domenica 10 ottobre 2021 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19.

L'accesso del pubblico è consentito nel rispetto delle norme anticovid vigenti.

 

Archivio di Stato di Trapani 
[t] 0923 546355; Sant'Anna: 0923 552706
[@] as-tp@beniculturali.it
[w] www.astrapani.beniculturali.it

Archivio di Stato di Perugia
Ombre della mente. La memoria della follia a Perugia nei documenti dell’ex Ospedaleneuropsichiatrico provinciale Santa Margherita.
L’incontro che l’Archivio di Stato di Perugia e la Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria organizzano il 10 ottobre, nell’ambito della manifestazione Domenica di carta 2021, riguarda l’archivio dell’ex Ospedale neuropsichiatrico provinciale Santa Margherita e si intitola Ombre della mente. La memoria della follia a Perugia nei documenti dell’ex Ospedale neuropsichiatrico provinciale Santa Margherita.
L’Archivio di Stato lo conserva da tempo e ne permette la consultazione a quanti vogliono approfondire i temi della follia attraverso l’analisi dei ricchi documenti che lo costituiscono. La Soprintendenza, da anni, promuove e sostiene, nell’ambito del progetto nazionale Carte da legare della Direzione Generale Archivi, la schedatura delle cartelle cliniche dei pazienti, mettendo a disposizione nel sito del progetto dati amministrativi e socio-sanitari, in particolare le diagnosi di ammissione e di uscita, i dati anamnestici e le cause degli eventuali decessi in manicomio, rilevati attraverso uno specifico software, ArcanaMente.
L’Associazione Alessandro e Tullio Seppilli partecipa all’iniziativa per portare un contributo sui temi della psichiatria e della salute mentale.

Sezione di Archivio di Stato di Assisi
Le storie delle donne nelle carte d’archivio
Il prossimo 10 ottobre 2021, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, si svolgerà presso la Sezione di Assisi l’evento Domenica di Carta. Di grande attualità è il tema proposto per questa edizione dal Ministero della Cultura per valorizzare la ricchezza del patrimonio custodito dagli istituti archivistici: Le storie delle donne nelle carte d’archivio”. Presso la Sezione di Assisi si intende allestire una mostra documentaria dal titolo: “Storie di donne attraverso le carte giudiziarie assisane” nella quale sarà esposto materiale proveniente dagli archivi giudiziari conservati nella Sezione assisiate; essa permetterà di far conoscere più da vicino la triste realtà quotidiana di tante donne vittime molto spesso di violenze e di soprusi. La mostra, visitabile fino al prossimo 5 novembre, sarà arricchita dall’esposizione di foto in bianco e nero di fine Ottocento provenienti dalla collezione di Giuseppe Di Biagio, testimonianze preziose della dura realtà quotidiana delle donne di allora e gentilmente prestate dal proprietario.

Sezione di Archivio di Stato di Foligno
La città di carta. Foligno e la campagna nel corso dei secoli attraverso i documenti e le immagini.
La sezione di Archivio di Stato di Foligno in collaborazione con la Biblioteca Jacobilli, il Museo della Stampa ed il Museo di Palazzo Trinci organizza l'evento dal titolo La città di carta. Foligno e la campagna nel corso dei secoli attraverso i documenti e le immagini. Sarà possibile seguire un percorso, in sintonia con l'argomento trattato nella Giornata Europea del Patrimonio del 25 settembre, dedicato all'immagine della campagna attraverso l'arte, la cartografia, la documentazione d'archivio, ma anche la saggezza e la conoscenza trasmessa dai lunari e da erbari antichi, un invito a riscoprire il paesaggio come combinazione di ambiente naturale e azione umana. Una storia scritta nei secoli con la fatica degli uomini, con la loro sapienza ma anche con i loro
errori.

Sezione di Archivio di Stato di Spoleto
Presentazione dei video Dante nelle Terre del Ducato e Dante in Rocca
La Sezione di Archivio di Stato di Spoleto presenta due video della mostra allestita nella Sezione di Spoleto, dove sono esposti i preziosi frammenti danteschi rinvenuti negli archivi notarili di Spoleto e Norcia, Dante nelle Terre del Ducato e il video Dante in Rocca, realizzato in collaborazione con l’Istituto Professionale di Stato per Enogastronomia, Ospitalità Alberghiera ed i Servizi Commerciali “Giancarlo De Carolis” di Spoleto. L’evento prevede la proiezione dei video che illustrano le tre Sezioni della mostra Dante nelle Terre del Ducato ai fini della promozione degli eventi allestiti dall’Istituto per celebrare il VII Centenario della morte di Dante Alighieri. Interverranno la Direttrice dell’Archivio di Stato di Perugia e la Dirigente dell’Istituto scolastico IPSEOASC “G. De Carolis” di Spoleto, i curatori delle tre Sezioni della mostra e il Prof. Emidio Rendinella che ha realizzato uno dei video.
Parteciperanno inoltre gli studenti dell’IPSEOASC di Spoleto che leggeranno alcuni brani della Divina commedia estratti dai frammenti in mostra.

Tutte le iniziative si svolgeranno nel rispetto delle disposizioni previste dalle norme anticovid.

Archivio di Stato di Perugia
[t] 075 5724403; 075 5731549  
[@] as-pg@beniculturali.it
[w] www.archiviodistatoperugia.it

 

In occasione della Domenica di carta 2021, domenica 10 ottobre, presso la sede centrale dell'Archivio di Stato di Lucca (Palazzo Guidiccioni, piazza Guidiccioni, 8) sarà possibile visitare la mostra Lucca e la sua cattedrale. Mostra documentaria in occasione dei 950 anni dalla sua consacrazione (1070-2020).

La mostra, organizzata dall'Archivio di Stato di Lucca in collaborazione con l’Archivio Storico Diocesano e con la Biblioteca Statale, è dedicata alla cattedrale lucchese di S. Martino, attraverso una selezione di documenti e di codici conservati nei suddetti Istituti di cultura, volta a illustrare i molteplici aspetti della vita del principale luogo di culto della città toscana, da quello artistico-architettonico a quello devozionale-liturgico, nonché il suo stretto rapporto con le istituzioni politiche dell’antica Repubblica di Lucca. L'evento è collegato alle numerose iniziative per la celebrazione dei 950 anni dalla dedicazione della cattedrale lucchese, nell'ottica di favorire il più ampio coinvolgimento della cittadinanza locale e non.

La mostra sarà visitabile solo su prenotazione delle visite guidate, che si terranno alle ore 9.30 e alle ore 11.30 e avranno la durata di circa 1 ora.

Per prenotare la visita guidata telefonare al n. 0583 491465 dal lunedì al mercoledì (ore 8-12), e al n. 0583 955909 il giovedì e il venerdì (ore 8-12).

In ottemperanza alla normativa relativa all’emergenza sanitaria da COVID-19, per accedere alla mostra sarà necessario essere muniti di mascherina e attenersi alla normativa sul distanziamento sociale; si ricorda inoltre che l’accesso sarà consentito previa esibizione di certificato verde (Green Pass). Il personale dell’Istituto, infine, effettuerà la rilevazione della temperatura corporea dei visitatori: in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 °C, l’accesso alla mostra non sarà consentito.​

 

Archivio di Stato di Lucca
[t] 0583 491465
[@] as-lu@beniculturali.it
[w] www.archiviodistatoinlucca.beniculturali.it



 

Si stima che le donne che hanno partecipato alla Resistenza sono più di 70.000, tuttavia, il loro ricordo è entrato, solo di recente, a far parte degli studi ufficiali della Resistenza Italiana.
La giornata Domenica di Carta 2021, con il tema “Le storie delle donne nelle carte d’archivio”, intende ridare voce alle tante donne che hanno avuto un ruolo da protagoniste. In molti casi il ruolo è stato decisivo per le sorti delle azioni partigiane.

Tra i Fondi dell’Archivio di Stato di Chieti rilevanti sono le carte che testimoniano come la loro attività non sia stata un mero contributo alla Resistenza, ma un elemento imprescindibile della lotta stessa.
Il titolo della manifestazione e l’esposizione delle carte riguardanti la presenza delle Donne d’Abruzzo nella Resistenza vuole mettere in luce una parte delle protagoniste della Storia d’Italia, rimasta fino ad oggi nell’ombra.

 

Archivio di Stato di Chieti
[t] 0871 344032
[@] as-ch@beniculturali.it
[w] www.aschieti.beniculturali.it

L’Archivio di Stato di Siena, in occasione della Domenica di carta 2021, propone, in relazione alla mostra di documenti, frammenti ed edizioni della Commedia (L'Universo di Dante), un approfondimento sul rapporto Dante e Siena (con declinazioni al femminile) attraverso i documenti dell'Archivio di Siena, nell'ambito delle attività in programma per il VII centenario della morte di Dante del 2021: Siena e le sue donne nella Commedia dantesca.

La mostra, organizzata con la collaborazione della Società bibliografica Toscana, e il relativo catalogo propongono un approfondimento degli studi sui rapporti tra Dante, o meglio, tra la Commedia di Dante e la Città, vista grazie ai contributi degli studiosi che hanno partecipato alla realizzazione del catalogo. La revisione e riorganizzazione della Sezione dantesca della mostra sono improntate principalmente alle novità emerse dal punto di vista documentario e linguistico rispetto al precedente allestimento, con un focus particolare sui personaggi femminili (Pia de' Tolomei e Sapìa).

Domenica 10 ottobre, alle ore 10,30, dopo i saluti dei rappresentanti delle Accademie di Siena e del Consigliere regionale Elena Rosignoli, Alberto Luongo introduce alle novità nel percorso di ricerca Dante e Siena; seguono le relazioni di Enzo Mecacci sui frammenti della Commedia; di Patrizia Turrini, Maria Assunta Ceppari e Maura Mordini sulle novità emerse relativamente ad alcuni personaggi e situazioni citati nella Commedia; conclude Mario Ascheri.

Alle ore 16 il finissage della mostra bibliografica Il cielo di Dante, con i saluti dei rappresentanti dei club Rotary distrettuali e del territorio, gli interventi di Massimo Mazzoni, per la Società di archeoastronomia, Davide Pezzuolo per la Società Astronomica Poliziana, e Paolo Tiezzi Maestri, presidente Rotary International Fellowship of Old and Rare Books and Prints.

Alle ore 17,30 Ricorditi di me: Siena e le sue donne nella Commedia dantesca: le letture commentate di Lorenzo Bastida con le improvvisazioni al violoncello di Volfango Dami ci guideranno in un percorso testuale e musicale attraverso le figure senesi (o legate alla storia di Siena) presenti nel poema, che privilegerà le voci femminili di Sapìa e della Pia proponendone un raffronto con le grandi figure di donna - Beatrice, Matelda, Francesca, la Donna Gentile, Pietra - cantate dalla poesia dell'Alighieri.

L’ingresso per gli incontri è consentito a un massimo di 45 persone.
Prenotazione obbligatoria: as-si.comunicazione@beniculturali.it. Obbligo di mascherina.

Per la visita alla mostra L’Universo di Dante: documenti, incunaboli, cinquecentine, xilografie:    
ingressi dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 18 (ultimo ingresso) ogni 30 minuti per un massimo di 15 persone per ciascun turno, preferibilmente su prenotazione.    
Prenotazione obbligatoria per i gruppi con almeno 10 persone: as-si.comunicazione@beniculturali.it
L’ingresso è gratuito, con obbligo di mascherina ed è accompagnato dal personale.

La locandina della mostra L’Universo di Dante

La locandina di Ricorditi di me

Si invitano i visitatori a presentarsi con debito anticipo sull’orario di ingresso per le operazioni di registrazione nel rispetto del divieto di assembramento e muniti di Certificazione verde COVID-19 da esibire obbligatoriamente al personale.

Archivio di Stato di Siena
[t] 0577 247145
[@] as-si.comunicazione@beniculturali.it
[w] www.archiviodistato.siena.it

Nell’ambito del tema Le storie delle donne nelle carte d’archivio, scelto a livello nazionale dalla Direzione Generale Archivi per la Domenica di Carta 2021, l’Archivio di Stato di Asti propone una mostra documentaria che indaga l’evoluzione dell’istituto giuridico della dote dal XVI al XIX secolo attraverso le carte dei fondi delle famiglie Roero di Cortanze e Pelletta di Cossombrato, importanti archivi familiari custoditi dall’Istituto.

Con una breve visita guidata della sede e attraverso il confronto con carte, pergamene, quadri e altri documenti, la tematica verrà approfondita a partire dagli esempi di contratti di dote per sfarzosi matrimoni di ricche nobildonne, ma non solo.

La visita guidata, della durata di 45 minuti circa, si svolgerà in tre turni: alle 15.30, alle 16.30 e alle 17.30.
Partecipazione gratuita fino a esaurimento posti.
Prenotazione obbligatoria entro l’8 ottobre, scrivendo ad as-at.salastudio@beniculturali.it e indicando l’orario di preferenza e un recapito telefonico.

L’evento si svolgerà nel rispetto delle misure di prevenzione della trasmissione e diffusione dell’infezione da COVID19. Per partecipare è necessario essere in possesso della certificazione verde Covid-19 (Green Pass) in corso di validità a partire dai 12 anni. Ingresso da via Govone 9 e uscita da via Galimberti 24.


La locandina

 

Archivio di Stato di Asti
[t] 0141 531229
[@] as-at@beniculturali.it
[w] www.archiviodistatoasti.beniculturali.it

Direzione Generale Archivi
Via di San Michele 22- 00153 Roma IT
Copyright © 2012
Disclaimer
+39 06 672361 
+39 06 4882358
posta elettronica