Direzione generale per gli archivi

DGA News

Biblioteca digitale

Storico News

« Novembre 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

Convegno internazionale «Gli archivi nelle sommosse e nelle guerre». Dall’età napoleonica all’era della cyber war

Guerre e sommosse hanno da sempre messo a rischio la sopravvivenza degli archivi, ma l’età napoleonica introdusse, anche in questo campo, novità rilevanti, con le quali conviviamo ancor oggi. Per tutto l’Antico regime gli archivi subirono distruzioni volontarie o divennero bottino di guerra soprattutto per ragioni pratiche, per la volontà di servirsi delle informazioni in essi contenute per governare i territori di nuova acquisizione o, al contrario, per privare il nemico di quelle stesse informazioni. Dall’inizio dell’Ottocento ai giorni nostri si sono aggiunte altre ragioni che, direttamente o indirettamente, hanno messo a rischio gli archivi. Da quell’epoca, dunque, il valore storico, ma anche simbolico, degli archivi li ha trasformati in strumenti politici finalizzati ad avvalorare o screditare la legittimità di guerre e rivolte combattute in nome di un’identità nazionale o per ragioni ideologiche.

Attraverso otto sezioni tematiche il convegno internazionale intende ricostruire le conseguenze delle guerre sugli archivi italiani ed esteri, trattando di dispersioni, smembramenti, ricostruzioni e rivendicazioni archivistiche alla fine dei conflitti, dell’evoluzione del diritto internazionale, del ruolo politico e di salvaguardia dei diritti degli archivi e degli archivi nelle guerre contemporanee.

Il convegno, organizzato dall'Archivio di Stato di Milano, sarà trasmesso live streaming dal 3 al 6 novembre 2021 su:

I contributi rimarranno accessibili dopo il live streaming sui canali indicati.

Scarica il programma e la locandina del convegno:

A Pordenone, mercoledì 3 novembre, alle ore 18, la Biblioteca Civica ospiterà nella Sala “Teresina Degan” un incontro dedicato a Francesco Boni de Nobili, amico e assiduo frequentatore dell'Archivio di Stato di Pordenone, scomparso da poco più di un anno.

L’incontro, realizzato in sinergia col Circolo della Cultura e delle Arti di Pordenone e con la Biblioteca Civica, sarà l’occasione per ripercorrere la sua importante attività di studioso e scrittore e per presentare il libro, uscito postumo, La più luminosa parola. Il Rinascimento nel mondo del Pordenone (2020).

Boni de Nobili è stato uno scrittore poliedrico (ha scritto anche per la televisione) e un grande appassionato della ricerca storica; ha al suo attivo diversi testi araldici quali il Blasonario della Garfagnana (2007), il Blasonario di Spilimbergo (2013), la revisione per «Il Gazzettino» del Libro d’argento delle famiglie venete di Giovanni Dolcetti col titolo Famiglie e cognomi veneti e friulani (2014) – che gli è valso anche il “Gran Premio Scudo d’Oro” (il massimo riconoscimento italiano in ambito araldico) – e lo Stemmario di Pordenone (2019). Ha inoltre scritto romanzi e numerosi racconti e biografie dedicate a personaggi illustri come Marco Polo, Caterina Cornaro e Giovanni Antonio de' Sacchis detto Il Pordenone.

L'incontro sarà introdotto dai saluti del Direttore dell'Archivio di Stato di Pordenone, Umberto Volpe, e dell'Assessore alla Cultura del Comune di Pordenone Alberto Parigi; tra i tanti interventi in programma anche quelli di Piervincenzo Di Terlizzi e Angelo Crosato.

Per accedere sarà necessario esibire una Certificazione verde Covid-19 in corso di validità ed è caldamente raccomandata la prenotazione.

Per riservare un posto è possibile chiamare il numero 0434/392976 o mandare un'email all'indirizzo biblioteca@comune.pordenone.it. Presentandosi senza prenotazione sarà possibile entrare fino al raggiungimento della capienza consentita.

 

 

Direzione Generale Archivi
Via di San Michele 22- 00153 Roma IT
Copyright © 2012
Disclaimer
+39 06 672361 
+39 06 4882358
posta elettronica